La pubblicità su Facebook è la risposta alle tue esigenze di marketing?

Si è creato un grande equivoco nel mondo del marketing. Per tante aziende fare marketing = spendere soldi di pubblicità su Facebook.

Questa situazione si è verificata per tre motivi:

  1. I media, le agenzie, le associazioni di categoria, hanno spinto molto sull’importanza dei social, sul fatto che ogni azienda – di ogni genere e dimensione – deve essere su Facebook, perché su Facebook c’è tutto il mondo e quindi è SEMPRE lo strumento giusto per trovare clienti
  2. Facebook ha una piattaforma pubblicitaria che apparentemente è molto semplice da utilizzare: imposto quanto voglio spendere, dove voglio spenderlo, e via, sto facendo marketing senza dover pagare qualcuno per farlo al posto mio
  3. La pubblicità online, e in particolare quella su Facebook, è nota per essere “più economica” rispetto ad altri canali pubblicitari, in particolare quelli tradizionali.

I rischi del contesto attuale

Questa situazione presenta però anche tre grandi rischi:

  1. In realtà non è vero che per tutte le aziende ha senso essere presenti su Facebook. Ovvero, se tu sei Barilla e hai milioni di euro da spendere nel marketing, ha senso che presidi ogni canale di comunicazione esistente. Ma se tu hai 500 € o 1.000 € da spendere al mese nel marketing, è bene che lo focalizzi sui canali dove puoi avere maggiori risultati. E Facebook non è lo strumento giusto per tutte le attività. So che è strano sentirselo dire, ma è così, credimi. Anche per questo con il mio team sto mettendo a punto un sistema automatico con cui, inserendo alcuni dati della tua azienda e i tuoi obiettivi, puoi fare un check su quali sono gli strumenti e canali adatti al tuo marketing. È un grande progetto, unico in Italia, quindi non posso dirti di più ora. Ma ti terrò aggiornato!
  2. La piattaforma pubblicitaria di Facebook è APPARENTEMENTE semplice. È vero che schiacciando un bottone blu sotto un post, con 4 click, puoi creare una promozione. Ma non so se sei mai andato nella sezione “Gestione Inserzioni” della tua pagina Facebook (se non lo hai fatto qui il link) noterai che si possono creare 11 tipi diversi di campagne. Ciascuna di queste può essere posizionata su 14 canali separati (lascio a te calcolare a quante combinazioni possibili siamo arrivati 🙂 Andando poi nella sezione pubblico vedrai che ci sono qualche migliaia di possibili segmentazioni per interesse  possibili.. ed evito di parlarti ora di pixel e creazioni di pubblico personalizzato.
  3. Infine, per quanto riguarda l’economicità… mi dispiace, ma ho ancora una brutta notizia. Se all’inizio i circuiti pubblicitari online come Google Adwords (che ora si chiama Google Ads) o Facebook Ads erano decisamente economici, ora sono diventati molto più cari. Perché? Non è semplice spiegarlo in poche parole, ma ci provo. Questi circuiti si basano sul meccanismo del pay-per-click, quindi paghi per ogni click che viene fatto sul tuo annuncio. «Ok Mich, ma quanto pago ogni click?». La risposta è «dipende da quanti altri vogliono comprare quello spazio pubblicitario». Infatti, funziona come un’asta. Immagina di essere in una grande sala con tutti i tuoi competitor, e Facebook inizia a chiedere: «quando sei disposto a pagare un click?». Tu alzi la mano dicendo 1 €, il tuo competitor 1,10 €, un altro rilancia a 1,20 €… e così il prezzo sale. Ecco, questo è quello che succede davvero. E in questi anni le aziende che investono su Facebook sono decuplicate, tanto da far esplodere il costo di un singolo click. E preparati perché sotto natale i prezzi di un click possono anche triplicare…

Le considerazioni che devi sempre fare

Guadagnare con la pubblicità online è ovviamente ancora possibile, ma ti invito a fare qualche considerazione:

  • capire se per la tua azienda ha senso fare pubblicità su Facebook
  • cercare di andare oltre all’apparente semplicità dello strumento e utilizzare tutte le impostazioni avanzate della piattaforma
  • acquisire delle strategie efficaci per convertire i click in clienti (di questo parleremo meglio in uno dei prossimi articoli).

You May Also Like

Come ottenere la spunta blu su Facebook

La pubblicità su Facebook è la risposta alle tue esigenze di marketing?

I 5 consigli per non sbagliare il tuo post su Facebook

Come si organizza la comunicazione social di un evento TEDx

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *