Frontend e Backend: due parole che possono spaventare

Hai già sentito parlare di frontend e di backend ma non ti ricordi cosa significano queste due parole?

Se hai pianificato una strategia di marketing, sicuramente te lo avranno spiegato ed è molto più semplice di quello che immagini: il frontend, infatti, rappresenta il prodotto che pubblicizzi, la prima vendita che fai al cliente, che non ha l’obiettivo di portarti profitto, ma far acquistare il tuo prodotto al più alto numero di persone possibili. Il backend, invece, rappresenta i prodotti che vendi in un secondo momento

Ti chiederai: com’è possibile vendere un prodotto o un servizio senza guadagnare nulla? Come posso rientrare nell’investimento?

Ti avevamo già fatto un esempio qualche tempo fa, quando ti abbiamo raccontato una strategia pubblicitaria di Burger King’s (se non te la ricordi, la trovi qui: https://marketeam.org/2018/12/14/a-quanto-sei-disposto-a-vendere-il-tuo-panino/)

Il frontend e il backend rappresentano infatti una grande opportunità per la tua azienda, perché:

  • puoi raggiungere persone che hanno mostrato un interesse verso i tuoi prodotti
  • queste persone sono disposte a comprare ancora da te, perché lo hanno già fatto e sono rimaste contente
  • hanno la possibilità di provare un altro tuo prodotto e, se riesci a conquistarle, saranno disposte anche a spendere di più

Spesso le aziende vendono one-shot, cioè puntano a vendere una sola volta un prodotto, interrompendo così in poco tempo il rapporto con il cliente: è molto importante, invece, fare il contrario e cercare di instaurare un rapporto continuativo con i clienti che conoscono i tuoi prodotti. Cerca quindi di non dimenticarti dei tuoi clienti dopo che hanno concluso il primo acquisto.

Con il frontend e il backend, infatti, riesci a fare proprio questo: con la prima vendita non guadagni praticamente nulla, ma ti servirà ad agganciare i clienti che apprezzano e vogliono i tuoi prodotti e servizi. È proprio grazie a questi clienti che riuscirai a guadagnare molto nel lungo periodo: è molto più semplice, infatti, far acquistare altri prodotti a chi ti conosce già piuttosto che cercare sempre nuovi clienti.

Come puoi farlo?

Potresti, ad esempio, far provare il tuo prodotto per un periodo limitato di tempo, con condizioni particolari (“provalo gratis per un mese, poi puoi scegliere di restituirlo”) oppure potresti costruire dei contenuti strutturati legati a quel prodotto, come un video.

Attenzione però, ci sono degli errori che devi evitare:

  • fare un’offerta di frontend sbagliata, di scarso valore, che quindi penalizza i tuoi prodotti
  • indirizzare l’offerta a un target sbagliato

Ricordati che il prodotto che pubblicizzi è il tuo biglietto da visita e rappresenta l’opportunità di far vedere ai tuoi potenziali clienti quanto vali e convincerli ad acquistare di nuovo da te in un secondo momento.

Una volta venduto il tuo frontend, infatti, noterai che sarà più facile vendere anche gli altri prodotti del tuo catalogo.

You May Also Like

La strategia la decidi tu

Rispondiamo alla domanda con la D maiuscola: perché fare marketing?

Frontend e Backend: due parole che possono spaventare

Marketeam: il marketing che non c’era

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X