Rispondiamo alla domanda con la D maiuscola: perché fare marketing?

Ogni giorno sentiamo ripetere come fosse un mantra che il marketing è molto importante e fondamentale per ogni azienda: anche noi sosteniamo da sempre che sia una colonna portante nella struttura di ogni organizzazione, ma in giro ci sono ancora persone che credono sia inutile o marginale.

Se anche tu sei una di queste, con questo articolo cercheremo di convincerti del contrario.
Partiamo da una semplice domanda:

cosa succede se non fai nulla?

La risposta è altrettanto semplice: nessuno ti conosce e rimani nell’anonimato. In questo modo, se nessuno sa che esisti, non riuscirai a vendere i tuoi prodotti e servizi e se non li vendi chiuderai la serranda nel giro di poco tempo.

Inoltre, c’è un altro aspetto non meno importante da tenere in considerazione: se non ti presenti per primo, lascerai che gli altri si facciano un’idea su di te, giusta o sbagliata che sia. Se pensi che sia una cosa di poca importanza, ti sbagli: ricordati che togliere una convinzione dalla mente delle persone è più difficile che metterla.

Ti faccio un esempio.

Hai presente quel bar in quel piccolo paesino sulla tua strada per andare al lavoro, con l’esterno un pò trasandato che non ti fa venire voglia di entrare? Non ti sei mai fermato perché pensi non ne valga la pena visto come si presenta, ma in realtà non sai se lì preparano i panini più buoni della provincia.

Immagina ora di aver visto una bella pubblicità di quel bar, di aver ricevuto a casa un volantino con una bella grafica o di aver letto una notizia sui giornali per aver vinto il premio per il miglior panino: la tua percezione di quel bar cambierà completamente perché ti verrà voglia di provarlo.

È una convinzione spesso comune che un business locale, in un paesino o una piccola città, abbia i clienti siano assicurati: sì, in passato era così, ma ora sono tutti tuoi concorrenti, anche chi sta dall’altra parte del mondo. La gente si sposta, si informa e non si accontenta più del prodotto comodo vicino a casa.

Cosa significa questo?

Significa che dal piccolo negozietto alla grande multinazionale tutti devono comunicare, farsi conoscere e utilizzare il marketing per conquistare una piccola fetta di mercato.

Per fare questo e per ottenere dei buoni risultati ti diamo qualche consiglio:

  • se vuoi ottenere risultati devi impegnarti a investire una parte dei tuoi guadagni, almeno in un primo periodo
  • impegnarti in prima persona e non pensare “pago un’agenzia, devono fare tutto loro”
  • avere pazienza: i risultati, infatti, non saranno immediatamente, però arriveranno, bisogna perseverare
  • impegnarti sì, ma non improvvisarti marketer: puoi certamente imparare a fare marketing, ma hai bisogno di un professionista per pianificare la strategia alla base della comunicazione e per identificare un posizionamento chiaro

Ricordati che fare marketing non significa distribuire un po’ di volantini o fare due post sui social e aspettare che i clienti arrivino: si tratta di un percorso lento, a volte tortuoso, ma se fatto con costanza e impegno porta al successo.

You May Also Like

La strategia la decidi tu

Rispondiamo alla domanda con la D maiuscola: perché fare marketing?

Frontend e Backend: due parole che possono spaventare

Marketeam: il marketing che non c’era

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X