L’email marketing non è morto: 7 buoni motivi per iniziare a utilizzarlo!

Piccola premessa: ogni volta che iniziamo a lavorare con un nuovo cliente ci rendiamo conto che uno degli aspetti a cui dà maggiore importanza sono gli strumenti: Facebook, blog, sito ecc sono le parole che sentiamo dire per prime.

In realtà, lo ripetiamo sempre, prima di decidere quali strumenti utilizzare bisogna definire una strategia che ti permetta di raggiungere i risultati che desideri: infatti, solo se hai ben chiari gli obiettivi che vuoi raggiungere puoi decidere come raggiungerli.

Detto questo, abbiamo notato che uno degli strumenti più sottovalutati è l’email perché ormai viene considerata con poca importanza: l’email marketing, invece, è uno degli strumenti digitali più redditizi ed è un’efficace leva di marketing diretto.
Pensaci un attimo: con una semplice email puoi farti conoscere e creare relazioni durature con i clienti effettivi e potenziali.
L’elenco dei tuoi contatti, infatti, è una risorsa che ha un valore inestimabile, da usare bene e con i giusti metodi e sistemi.

Con l’email marketing, infatti, puoi:

  • stabilire una connessione con i tuoi clienti
  • far conoscere la tua azienda
  • creare confidenza con potenziali clienti
  • promuovere i tuoi prodotti o servizi

Se questo non ti ha ancora convinto, ecco allora i 7 buoni motivi per iniziare ad usare questo strumento:

  1. l’email è il canale più economico per la tua strategia di marketing
  2. tutti hanno un indirizzo email: se provi a fare una verifica, molti dei contatti presenti nel tuo database non sono sui social e quindi l’unico modo che hai per raggiungerli è inviare loro un’email
  3. se paghi un’inserzione su Facebook, non è detto che tutti la vedano. Se la vedono, non è detto che ci clicchino sopra. L’email, invece, la controlliamo tutti, anche solo per cancellarla
  4. se utilizzi una piattaforma professionale per fare email marketing, ad esempio Mailchimp, ci sono delle KPI (Key Permormance Indicator) misurabili che ti possono essere molto d’aiuto: puoi infatti vedere quante persone hanno aperto l’email, quante si sono cancellate, quante hanno cliccato sul link che hai inserito ecc.
  5. puoi inviare messaggi personalizzabili: è un’attenzione in più nei confronti dei tuoi contatti
  6. è automatizzabile
  7. è un owned media, cosa significa? Se lavori sull’email marketing costruisci un tuo database e questo rappresenta un plus non da poco

Delineare il profilo del tuo utente allora è fondamentale: cerca di capire qual è l’interesse che l’utente ha nel lasciarti la sua email e segmenta poi la lista sulla base delle caratteristiche degli iscritti, così saprai quali contenuti utilizzare per comunicare e soddisfare le loro esigenze.

Scrivi testi efficaci, parla direttamente al cliente, cura la grafica, calendarizza gli invii e monitora i risultati: in questo modo avrai uno strumento che funziona.

You May Also Like

L’email marketing non è morto: 7 buoni motivi per iniziare a utilizzarlo!

Scopri come e perché creare la tua perfetta buyer persona

Come individuare i target per una campagna di marketing in 6 semplici mosse

I vantaggi di Whatsapp Business per la tua azienda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X